L’uomo che fissa le capre

336
0

Il reporter americano Bob Wilton (Ewan McGregor) abbandonato dalla moglie per il suo editore, si ritrova, senza una precisa motivazione in Iraq per scrivere della ricostruzione dopo la guerra. Qui incontra Lyn Cassady (George Clooney) un ex soldato americano proveniente da un reparto segreto dell’esercito americano conosciuto come “I Guerrieri della Terra”.

In tale reparto si sperimentano nuovi metodi di fare la guerra, anzi nuovi metodi affinchè le guerre possano essere prevenute. Applicano la filosofia del Cavalieri Jedi e quindi si ricercano soldati in possesso di poteri psichici.

Nonostante queste premesse il film non è del genere fantascientifico o superoristico, ma una divertente commedia “on the road” che narra le vicende dei due protagonisti che ha come sfondo sia i paesaggi che le contraddizioni dell’Iraq post bellica.

Per tutto il film si rimane sospesi dal credere o no dai poteri jedi millantati dall’ex soldato americano anche grazie ai continui tentativi del reporter (voce narrante della vicenda) di tentare una continua razionalizzazione degli eventi. Ma sarà  lo stesso Wilton, e lo spettatore con lui, a ribaltare la prospettiva con cui considerare quello che è accaduto e il modo di intendere la propria vita.

Divertentissimo vedere McGregor (il giovane Obi-Wan Kenobi della Trilogia-Prequel di Guerre Stellari) chiedere: “Ma cosa sono i Jedi?”.

Dal film portiamoci a casa la convinzione che oggi più che mai c’è bisogno di Cavalieri Jedi, ossia persone che affrontano i conflitti del mondo oppure della propria vita puntando sulle proprie qualità  particolari (talenti) ma non per prevalere ma per portare Pace.

Da non perdere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui